Crea sito

Resti di fortificazioni medievali nel territorio aretino

Rudere del CASTELLO DI FRONZOLA

Fronzola, è un piccolissimo e direi affascinante borgo, nei pressi di Poppi, in Casentino. Per arrivare sul posto, basta seguire i cartelli per il vicino campo da golf, nella zona alta di Poppi. Proseguendo per la strada in salita si trova poco dopo il cartello per "Fronzola" sul lato destro della strada. E' facile comprendere l'importanza strategica che aveva questo castello che, come si può vedere dal panorama che offre, poteva dominare su tutta la valle del casentino, soprattutto con un totale controllo su Poppi e Bibbiena. Il castello aveva una struttura con una torre centrale ed il cassero, circondato completamente dalle possenti mura con le torri di difesa. Nel XII secolo passò di proprietà ai conti Guidi. Nel XIV secolo, viene conquistato da Guido Tarlati di Pietramala, vescovo di Arezzo. La sua distruzione (che risale al quindicesimo secolo per mano dei fiorentini), è anche dovuta al fatto che le pietre del castello, furono usate a partire dai primi del novecento, per costruire le abitazioni circostanti. Un posto veramente suggestivo e fantastico da visitare (armati di scarponi e bastone), per tutti gli appassionati di ruderi medievali, e comunque di posti dove domina la quiete e dove si possono fare delle belle passeggiate nella natura. Assolutamente da vedere...

Non passa inosservata al visitatore l'antica e caratteristica strada medievale, che porta alle rovine del castello. Se si costeggia il promontorio, si trovano anche tipici esempi di fondo stradale naturale roccioso, ma con scolpite le incalanature per lo scorrimento dell'acqua. Queste sono a mio avviso, splendide testimonianze che ci aiutano a comprendere lo stile di vita di un passato che non smetterà mai di affascinarmi.

Nelle foto sottostanti, troviamo ciò che rimane della struttura delle scale che portavano sulle mura e scopriamo una delle stanze del castello. dobbiamo sempre considerare che il livello su cui mi trovavo io al momento dello scatto delle foto, è ben al di sopra del livello della pavimentazione del castello, a causa delle rovine su cui poi è cresciuta la vegetazione. Praticamente il livello attuale è (come confermato da testimonianza delle persone del luogo) al presunto secondo piano.

La cisterna che troviamo vicino alla piccola Chiesa, ci permette di osservarne la struttura ad arco, per resistere ad eventuali crolli. Questa era chiaramente molto importante per la vita delle persone dell'epoca ed infatti, ha resistito fino ai giorni odierni.

Ai piedi del castello, troviamo la chiesetta con i restauri del 1741. Unica navata, in stile romanico, ornata da semplici dipinti. Non è questa, chiaramente, la struttura originale. L'entrata si trovava (come era nello stile romanico appunto), nella parete principale mentre oggi si accede all'interno dalla parete nel fianco. L'abside dietro l'altare, non esiste più, ma ne troviamo i segni nella parte esterna, come si nota nelle foto sottostanti.

Il castello di Fronzola, anche se visitabile, è comunque una proprietà privata. E' cosa giusta quindi, chiedere il permesso agli abitanti del paese. Le foto all'interno della Chiesa, sono state realizzate grazie al fatto che la custode delle chiavi ci ha dato il permesso di visitarla e ci ha fatto praticamente da gentilissima guida. Un "grazie" è dunque doveroso...

Pagina Precedente Home<< Pagina Successiva. Castello di Pierle.>>
TORNA AL MENU'

Copyright 2009-2019 ruderimedievali